Justin Bieber, una ragazza sviene in casa sua durante un party

0
52
Justin Bieber nelle Filippine | © Jeoffrey Maitem / Getty Images

Tutta colpa dell’alcol, ancora una volta: in questo caso però la vittima non è direttamente Justin Bieber ma una ragazza ventenne che ha partecipato ad un party nella sua casa di Calabasas.

La ragazza è stata soccorsa dall’ambulanza ma si sarebbe rifiutata di essere portata in ospedale per tutti i controlli necessari, dopo essersi ripresa. Sull’evento nel dettaglio non si sa molto, perché i party di Justin Bieber sono top secret.

Gli invitati, infatti, sono tenuti a firmare contratti per garantire che non riveleranno nulla di quanto succede, salvo pagare multe di migliaia e migliaia di dollari. Una scelta che hanno dovuto fare molte star per assicurarsi un’esistenza più tranquilla e per evitare che venisse divulgato ai tabloid ogni loro minimo movimento, soprattutto durante i party scatenati, che non si sa  mai come vanno a finire.

A chiamare l’ambulanza sarebbe stato proprio lo staff di Justin Bieber, la ragazza è svenuta ed è stato necessario un accertamento ma lei, dopo essersi ripresa, ha preferito tornare a casa e non tornare in ospedale. Meglio così, almeno per quanto riguarda il giovane cantante canadese, che altrimenti sarebbe finito per l’ennesima volta al centro dell’attenzione e non per qualcosa di buono.

Justin Bieber nelle Filippine | © Jeoffrey Maitem / Getty Images
Justin Bieber nelle Filippine | © Jeoffrey Maitem / Getty Images

Dei suoi festini si sa poco e niente, ma sappiamo che durante il suo ultimo tour in Brasile, Justin si è parecchio divertito con le ragazze dopo i suoi concerti, una di loro ha mostrato anche il video del cantante intento a dormire. A parte questo, nel tempo libero si affaccia dai balconi degli hotel per sputare addosso alle sue fan, pronte ad elogiarlo e a difenderlo qualunque cosa faccia.

In questo caso lui non ha fatto niente, se non dare un party che, ovviamente, offre molto alcol e non tutti sono in grando di controllarsi davanti alle bottiglie… un sospiro di sollievo, è andata bene.

Rispondi