George Clooney e Amal Alamuddin sono diventati genitori!

0
17
George Clooney in Money Monster

Il grande giorno è finalmente arrivato, martedì George Clooney e Amal Alamuddin sono diventati genitori per la prima volta.

Dopo tanti rumors, la notizia della gravidanza di Amal Alamuddin nei mesi scorsi si è rivelata essere reale, perché da ancora prima delle nozze con George Clooney si parlava di bebè in arrivo. Dopo una serie di smentite, è arrivata l’ufficialità e anche la notizia di un parto gemellare.

Martedì scorso Amal Alamuddin ha dato alla luce due gemelli, un maschio e una femmina, Alexander e Ella. Due nomi piuttosto normali, lontani dalle “stramberie” di Hollywood, che non sono stati tenuti nascosti per mesi, come hanno scelto di fare molte altre star. I bambini godono di ottima salute così come la neo-mamma, che dovrebbe tornare a casa proprio in questi giorni.

La notizia della gravidanza di Amal è stata ufficializzata lo scorso febbraio da Julie Chen a “The Talk“, negli stessi giorni in cui si parlava di un’altra chiacchierata gravidanza, quella di Beyoncè, anche lei in attesa di due gemelli. I primi sospetti erano già arrivati a febbraio, quando Amal Alamuddin e George Clooney hanno partecipato alla presentazione del documentario “The White Helmets” e sotto l’abito di Amal iniziavano a scorgersi le forme di un pancino in crescita. L’attore e l’avvocatessa per i diritti umani sono convolati a nozze nel 2014 con grandi festeggiamenti a Venezia a un anno da loro fidanzamento ufficiale. Amal Alamuddin ha totalmente cambiato la vita di George Clooney, che fino ad allora aveva dichiarato di non volersi mai più sposare, dopo il divorzio da Talia Balsam nel ’93. L’attore aveva anche tutto un altro pensiero riguardo all’idea di diventare padre, pare infatti che sia stato questo uno dei principali ostacoli nelle sue relazioni, come quella con Elisabetta Canalis e Stacy Keibler, entrambe diventate mamme in seguito. Adesso alla notizia dell’arrivo di due bebè, invece, pare che George abbia fatto i salti di gioia… come si cambia!

Rispondi