Miley Cyrus sempre più trash, quasi nuda all’iHeartRadio Music Festival 2013

0
837
Il look di Miley Cyrus all'iHearRadio Music Festival | © /Getty Images

Ormai la linguaccia è un’istituzione per Miley Cyrus, ma non solo quella, perché la vera parola d’ordine è il trash: all’iHeartRadio Music Festival 2013 di Las Vegas ne ha dato l’ennesima dimostrazione.

Si è trasformata nel fenomeno pop del momento con il singolo “We can’t stop” e “Wrecking ball”, è prima in tutte le classifiche e continua ad ottenere conferme dal pubblico che la acclama nonostante sia sempre sommersa dalle polemiche. Miley Cyrus non si ferma davanti a niente, e infatti a Las Vegas ha dato spettacolo, questa volta indossando un vestito, se così si può chiamare, che consiste in una rete trasparente al di sotto della quale si notano due copricapezzoli e degli slip striminziti.

A questo si aggiunge il twerking, ormai nota passione della nostra cara Miley Cyrus, un microfono a forma di banana, linguacce come se piovesse ed un cast di ballerine nane tutte da sculacciare, un mix di trash senza rivali a pochi giorni di distanza dalla rottura ormai certa con Liam Hemsworth.

Pare che il promesso sposo si sia ormai stancato del cambiamento dell’ex bambina prodigio Hannah Montana che una volta abbandonato il ruolo della Disney è passata alla cresta e al twerking. Lui non ci ha messo molto a dimenticarla, cadendo tra le braccia della ventitreenne messicana Eiza Gonzalez. E se all’inizio tutti dicevano che Miley fosse disperata, pare che invece anche lei si sia consolata rapidamente. Ultimamente si è parlato in più occasioni di un flirt con il collega Milke Will Made It, che era ad aspettarla anche dietro le quinte dell‘iHeartRadio Music Festival e c’è chi sostiene che i due fossero in atteggiamenti molto teneri, tra carezze e parole sussurrate all’orecchio.

Ma ormai il trash made in Hollywood non incanta più per molto tempo, lo abbiamo visto con Lady Gaga e succederà lo stesso con Miley Cyrus, per quanto tempo ancora le sue linguacce faranno scalpore? E quante se ne dovrà inventare per restare sulla cresta dell’onda? Dopo il microfono a forma di banana, il twerking e quel suo toccarsi in modo ossessivo e strusciarsi contro ogni cosa?

Rispondi