Harry Styles: I One Direction balleranno come i Rolling Stones

0
692
Harry Styles | © AFP PHOTO / BEN STANSALL / Getty Images

Harry Styles, il bello degli One Direction, ha le idee chiare: bisogna imparare a ballare e cercare di emulare il successo dei Rolling Stones. Infatti il poco più che maggiorenne cantante, ha capito che il segreto per far durare la carriera più a lungo possibile, come il famoso gruppo appunto, è quello di saper cantare, certamente, ma anche di sapersi muovere sul palco. Infatti Harry vorrebbe incontrare il frontman dei Rolling Stones non per duettare ma per farsi insegnare a ballare.

La capacità di trascinare le masse con il movimento del bacino, come Mick Jagger, non è da tutti ma Harry è convinto che con delle lezioni di danza ci possa riuscire anche lui, e tutto il gruppo dei One Direction, che a quanto si vede, si muovono al pari di pali della luce, per quanto sono rigidi.

One Direction | © Neilson Barnard/ Getty Images
One Direction | © Neilson Barnard/ Getty Images

“The Sun”, da alcune indiscrezioni, dice che Harry avrebbe già contattato Torje Eike, il personal trainer di Mick Jagger che sarebbe pronto ad aiutarlo, non tralasciando una corretta alimentazione e tanta attività fisica, per accompagnare le movenze dei 5 inglesi.

Ha discusso con lui della intensa vita di Mick, che comprende corsa e kick-boxing, sollevamento pesi e sopratutto balletto. Questo è davvero un tallone d’Achille per Harry: non sa ballare, esattamente come nessuno degli One Direction. Il loro coreografo ha capito molto presto che non avrebbero potuto e/o dovuto ballare sul palco.

Inoltre i One Direction, si sono affidati anche alle cure di Mark Jarvis, guru del fitness, che è pronto a sfinirli pur di riuscire nell’intento.

Quindi gli One Direction nei prossimi messi sarano messi alla “sbarra”, per imparare a ballare e cercare di assomigliare almeno alla lontana ai trasgressivi Rolling Stones.

Non a caso abbiamo tutti apprezzato pochi giorni fa le movenze del 70enne (il 26 luglio prossimo) Mick Jagger che insieme alla band dei Rolling Stone sono tornati ad Hyde Park in occasione del British Summer Time Hyde Park, dove nel 1969 tennero il concerto gratuito per presentare il nuovo chitarrista Mick Taylor, per poi diventare il concerto alla memoria dell’ex chitarrista, Brian Jones, morto annegato due giorni prima.

Infatti 65 mila fan si sono scatenati, come se non fossero passati più di 40 anni da quella sera, ed hanno ballato sulle note di “Satisfaction”.

Mick Jagger ha chiesto

C’è qualcuno qui che era presente anche nel 1969? Bentornati, contento di rivedervi!

Rispondi