Elisabetta Canalis nuda per Peta

0
997
Elisabetta Canalis

Meglio Nuda che in Pelliccia“. Questo lo slogan di Elisabetta Canalis e della celebre associazione animalista americana, PETA, che da anni ormai, si occupa non solo di attività per la difesa degli animali, ma anche a favore del vegetarianesimo e si occupa di lotte contro colossi come il MCDonald’s e Burger King  ma cerca anche di sensibilizzare  la popolazione mondiale con delle campagne pubblicitarie di grande impatto a cui partecipano spesso volti molto noti dello showbiz.

Elisabetta Canalis nuda per Peta | ©Celebuzz

Questa volta è il turno dell’italianissima Elisabetta Canalis , da tempo è impegnata nella campagna pubblicitaria, e  ieri in piazza Duomo a Milano, circondata da una folla di fan in completa adorazione davanti ad un cartellone pubblicitario gigante in bianco e nero che ritrae la bella showgirl completamente nuda, ha cercato di spiegare le atroci torture alle quali vengono sottoposti i poveri animali  la cui pelle è destinata a diventare pelliccia, e piena d’orgoglio ha urlato:

Preferisco andar nuda che indossare una pelliccia. 

La bella Elisabetta Canalis nello spot dell’associazione no-profit, dichiara:

Ho deciso di spogliarmi perché penso che la nudità crea sempre una grande reazione. Questo è ciò che è necessario per mantenere l’attenzione della gente su una pratica brutale …. Questi poveri animali sono scuoiati vivi, annegati, e presi a bastonate solo per il gusto della moda.

Elisabetta Canalis continua il suo discorso ai fan in adorazione quasi con una preghiera:

Non comprare pellicce, è necessario ricordare che gli animali non hanno voce. Dovete essere la loro voce. Non abbiate paura di parlare

Inoltre la PETA per cercare ancor di più di avere un forte impatto sul mondo aggiunge:

Ogni pelliccia, gilet, cappello, o accessorio causa agli animali una quantità incommensurabile di sofferenza. Volpi, visoni, conigli e persino cani e gatti sono , calpestati, picchiati a morte, e molti sono scuoiati mentre ancora in vita. Si può contribuire a porre fine a questa crudeltà inimmaginabile, scegliendo di non acquistare o indossare ornamenti in pelliccia o pelliccia.

Già in passato gran parte delle campagne pubblicitarie PETA sfruttavano VIP seminudi, come quella detta Lettuce Ladies, “signore di lattuga“, in cui donne celebri come per esempio le modelle di Playboy, appaiono vestite in costumi da ceppi di lattuga e propagandano la dieta vegana.  

Rispondi