Stacy Keibler: “Mi piacerebbe ballare in Italia”

1
529
George Clooney e Stacy Keibler | © FREDERIC J. BROWN / Getty Images

Stacy Keibler prima di essere la fidanzata di George Clooney in Italia era praticamente una sconosciuta, adesso invece viene perennemente contrapposta ad Elisabetta Canalis, che ha avuto una relazione chiacchieratissima con l’attore per due anni.

La bionda wrestler dal fisico statuario è ormai l’accompagnatrice fissa di Clooney sui red carpet, ma non dice mai una parola e sulla storia tra lei e l’attore, oltre a qualche paparazzata in Messico, non si sa praticamente niente. Vanity Fair è riuscito ad ottenere la prima intervista per un giornale italiano, Stacy Keibler ha rivelato che l’Italia le piace moltissimo e non le dispiacerebbe partecipare ad un programma come “Ballando con le stelle“. Una chiara provocazione, vista la partecipazione (finita piuttosto male) di Elisabetta Canalis a “Dancing With the stars” negli USA, al quale ha partecipato anche la Keibler al fianco di Tony Dovolani. Stacy ha dichiarato:

George Clooney e Stacy Keibler | © FREDERIC J. BROWN / Getty Images

Ha ragione. Guardi, penso che sarebbe bellissimo tornare a ballare. Se me lo chiedessero, sarei onorata.

E sull’Italia:

Sono stata a Como e a Roma, a Portofino, in Sardegna. Una meraviglia assoluta. Non vedo l’ora che arrivi l’estate per tornare dalle vostre parti.

Stacy Keibler sembra essere una di poche parole, che non ha nemmeno molto da raccontare su come ha conosciuto George Clooney, tra l’altro pochissimo tempo dopo che l’attore aveva concluso la sua relazione con la Canalis:

Sono a Los Angeles da sette anni. E mi pare di conoscerlo da sempre: io e George abbiamo un mucchio di amici in comune. Vorrei avere una storia migliore da raccontarle, questa è la verità.

Vanity Fair dedica la nuova copertina alla notte degli Oscar 2012, con Brad Pitt e Angelina Jolie, coppia elegantissima sul red carpet. Ovviamente alla cerimonia c’era anche George Clooney, candidato al premio come miglior attore per “Paradiso Amaro“, che però era praticamente sicuro di non vincere, visti i riscontri più che positivi ottenuti da Jean Dujardin per “The Artist”. Clooney aveva dichiarato, infatti, di non aver preparato nemmeno un discorso in caso di vittoria:

Non ne ho bisogno, tanto stasera da quel palco sentiremo parlare francese.

Nel frattempo su Twitter, Elisabetta Canalis scriveva “Il karma vince sempre”, frecciatina o coincidenza?

Brad Pitt e Angelina Jolie su Vanity Fair

1 COMMENTO

  1. alla canalis viene contrapposto chiunque e mi sono spesso chiesto il perche .leggendo i vari siti se ne deduce che senza la canalis non avreste alcun motivo per parlare di queste donne..della canalis in due anni ne avete dette di tutti i colori denigrata calunniata spesso a mio avviso al limite della querela.e fa piacere constatare che nei confronti di stacy usiate il guanto di velluto.se ci fosse stato bisogno di constatare il leccaculismo e il paraculismo degli italiani nei confronti degli stranieri, stacy ne e la prova .la realta mie care signore e ben diversa clooney non beve da natale farmaco dipendente per non dire drogato e vorrei mi si spiegasse cosa cazzo avesse da ridere questa stacy accompagnata ad un’uomo che nemmeno poteva vederla ne come compagna ne altro.certamente sta vivendo un sogno ma il sogno non e certamente l’amore di clooney.clooney se si vuole davvero vederlo dopo la canalis e l’ombra di se stesso invecchiato perso con un vuoto dentro da paura e che vi piaccia o no niente a che vedere con cio che era ai tempi della canalis.la canalis ha contato molto per clooney e altrettanto clooney per la canalis che in quanto ad aspetto lo segue a ruota.le scelte di entrambi la dicono tutta sullo stato di entrambi e le scelte dei compagni mi pare si equivalgano. stacy!un’opportunista di merda, una carriera per molti versi molto somigliante a quella di steve e visto che vanity fair le ha sussurrato una partecipazione italiana a ballando con le stelle sarebbe opportuno sussurrasse la stessa proposta a steve .non e queso un paese per gli italiani e solo un paese con una stampa che lo ha reso irriconoscibile e per il quale lo sport nazionale e la denigrazione sistematica dei propri concittadini e l’elogio del nulla purche straniero

Rispondi