Rihanna, Kim Kardashian, Jennifer Lawrence: le foto delle attrici nude finiscono online

0
228
Kim Kardashian | Facebook

In questi ultimi anni le star di Hollywood sono finite spesso in imbarazzo perché qualcuno si è divertito ad hackerare i loro computer e smartphone, pubblicando le loro immagini private.

Da Scarlett Johansson a Blake Lively, sono molte le attrici che hanno dovuto dichiarare che si trattava di fake, ma adesso la minaccia si estende ad almeno cento star che rischiano di ritrovarsi così come mamma le ha fatte sotto gli occhi di tutto il mondo.

Un utente del sito 4chan ha pubblicato la lunga lista di star a cui avrebbe hackerato gli smartphone, spiegando di essere in possesso di immagini e video espliciti: la lista è davvero lunghissima e comprende nomi come quello di Jennifer Lawrence, Amber Heard, Rihanna, Kim Kardashian, Kaley Cuoco, Kirsten Dunst, Mary Kate Olsen, Lea Michele, Selena Gomez, Vanessa Hudgens, Victoria Justice e Scarlett Johansson. La lista è davvero troppo lunga per poter includere tutte le donne di spettacolo incluse e pronte a vivere momenti molto imbarazzanti ma ci sono state già le prime reazioni sui social.

Kim Kardashian | Facebook
Kim Kardashian | Facebook

Partiamo però da Perez Hilton, che aveva già l’acquolina in bocca dopo essere entrato in possesso delle immagini. Era pronto a pubblicarle, quando si è reso conto che forse in questo caso lo scoop non gli avrebbe giovato ed infatti si è scusato pubblicamente con i personaggi “minacciati”, spiegando di aver riflettuto meglio sulla questione.

Il portavoce di Jennifer Lawrence ha dichiarato che si tratta di violazione della privacy e che le forze dell’ordine sono già state avvisate, chiunque dovesse pubblicare immagini rubate all’attrice, verrà punito penalmente. Victoria Justice sostiene che le foto che la riguardano siano un fake mentre Mary Elizabeth Winstead si è infuriata, le immagini che la riguardano erano state scattate nella privacy della sua casa insieme al marito: “Spero che stiate bene con voi stessi”.

 

Rispondi