Pato e Barbara Berlusconi, love story finita

0
859
Pato e Barbara Berlusconi |© Twitter

Non sono riusciti a superare le distanze Alexandre Pato e Barbara Berlusconi, che dopo un anno di tentativi per tenere in vita la loro relazione oggi annunciano la rottura definitiva. Se ne parlava già da mesi, anche se i diretti interessati hanno più volte smentito. Si è detto anche di una nuova gravidanza della figlia dell’ex premier, notizia che si è poi rivelata una bufala visto che il calciatore ha dovuto utulizzare il suo profilo Twitter per negarne l’attendibilità. Ed è proprio sul noto social che il bomber ha deciso di annunciare la fine della sua love story, ha cinguettato:

Galera, depois de 2 anos e meio de namoro de muitas coisas boas! A distancia colocou um ponto final na relação.
Pessoal, só pra esclarecer eu não vou ser Pai.

Pato e Barbara Berlusconi |© twitter
Pato e Barbara Berlusconi |© twitter

Due anni e mezzo di amore e di passione, una parte dei quali vissuti a distanza dopo l’addio del brasiliano dal Milan a gennaio 2013. La lontananza non è riusciuta a tenerli uniti e i due hanno ceduto rinunciando al loro amore. Insomma da quando Pato ha deciso di lasciare Milano le cose con la dirigente Mediaset sono cambiate, e per quanto hanno provato a restare uniti il loro amore non ha superato la prova. Del resto i gossip sulla loro coppia si rincorrono da settimane, nonostante i tentativi delle parti interessate di nascondere alla stampa rosa la loro crisi sentimentale. In effetti lo scorso maggio il calciatore fu pizzicato in compagnia di una giornalista connazionale, Patricia Abravanel, figlia di un noto imprenditore televisivo del luogo, che coincidenza però! Dal Brasile si gridò al tradimento e alla conseguente rottura definitiva. Eppure la notizia fu smentita immediatamente sia dal calciatore che da Barbara intenti a dimostrare al mondo la solidità del loro rapporto.

Oggi sappiamo che l’amore tra Pato e Barbara è finito, che la coppia ha deciso di separarsi e di vivere la loro vita da single, riusciranno a dimenticarsi? Speriamo non troppo in fretta!

Rispondi