Miley Cyrus provocante sulla cover del Rolling Stone

0
546
Miley Cyrus, cover Rolling Stones

L’importante è stupire e provocare, questo sembra pensare la giovane ex stellina Disney Miley Cyrus che a quanto pare ha trovato il mondo di tenere accesi i riflettori su di sé nonostante non si parli della sua musica. La ventenne artista dopo aver messo su uno spettacolo a limite della decenza con il cantante Robin Thicke, durante il corso dell’ultima edizione degli Mtv Video Music Awards o all’ultimo videoclip della cantante, tratto dal singolo Wrecking Ball, nel quale, per alcuni istanti, Miley appare completamente senza vestiti ha rilasciato un’intervista piccante al Rolling Stone che le ha anche dedicato la copertina.

Nell’intervista contenuta nel servizio di Rolling Stones la pop star spiega senza mezzi termini i motivi della sua estrosa esibizione con Thicke sul palco di Mtv avrebbe potuto non fermarsi e invece. Ha così spiegato:

Onestamente, quella è stata la nostra versione di Mtv. Avremmo potuto anche andare oltre ma non l’abbiamo fatto. Non si stava parlando dei Grammy o degli Oscar. Doveva essere una cosa divertente.

Miley Cyrus, cover Rolling Stones
Miley Cyrus, cover Rolling Stones

Non teme neanche le critiche la Cyrus, va avanti per la sua strada senza farsi condizionare da commenti eccessivi e a volte, a suo dire, fuori luogo:

L’America è così strana quando c’è da pensare a cosa c’è di giusto o di sbagliato. L’altro giorno, stavo guardando Breaking Bad e stavano cucinando metanfetamine. Potrei iniziare a cucinare metanfetamine per colpa di quel serial perché te lo spiegano. Hanno criticato quel serial per le parolacce. Ma come? Hanno ucciso un ragazzo e hanno sciolto il corpo nell’acido e il serial viene criticato per un “fuck”?

Mile ha anche spiegato che le lacrime versate nel suo ultimo video “Wrecking Ball” sono reali, non sono certo per il suo ex l’attore australiano Liam Hemsworth che ha oggi una nuova fiamma, ma per la morte improvvisa per il suo cane. Che animo sensibile l’ex Hanna Montana!

Rispondi