Mel B e Stephen Belafonte: la battaglia legale continua

0
54
© Instagram / Mel B

L’ex Spice Girl Mel B, al secolo Melanie Brown, e l’ex marito Stephen Belafonte continuano la loro battaglia legale.

L’uomo richiede il mantenimento degli alimenti, che però la cantante rifiuta. I due sono convolati a nozze a Las Vegas nel 2007 ed hanno una figlia, Madison, nata nel 2011. Al momento i rapporti sono tutt’altro che distesi, Mel B ha richiesto un ordine restrittivo nei confronti del marito. Da quando il giudice di X Factor UK ha richiesto il divorzio citando “differenze inconciliabili” è partito anche il massacro mediatico da una parte e dall’altra, con accuse di ogni genere.



Le accuse e i sex tape

Per il momento il produttore Stephen Belafonte può vedere la figlia Madison solo sotto stretto controllo, perché l’uomo è anche accusato di violenza domestica. In più ha minacciato l’ormai ex moglie di diffondere dei sex tape che mostravano anche un rapporto a tre con la tata, lei ha dichiarato di temere per la sua vita e quella delle figlie. Mel B sostiene che Belafonte abbia messo incinta la tata e poi l’abbia costretta ad abortire. Inoltre accusa lui e la donna, Lorraine Gilles, di averla ricattata, chiedendole soldi per non diffondere i video. La Gilles, dal canto suo, ha dichiarato che Mel B era d’accordo in tutto e per tutto e racconta di aver avuto una relazione con lei e Stephen Belafonte andata avanti per 7 anni. L’ex tata ha portato come prova una serie di foto che fanno chiaramente capire che tra loro non c’era un semplice rapporto di lavoro – lei è presente in ogni momento della loro vita. Alla fine Mel B ha ammesso la relazione a 3 ma ha spiegato che a un certo punto l’ex marito e la Gilles hanno oltrepassato il limite e hanno iniziato ad avere rapporti senza di lei.

Una storia piena di risvolti che non mettono in buona luce nessuno dei diretti interessati, anche se probabilmente quello che ne uscirà peggio sarà proprio Stephen. Il giudice per il momento non ha alcuna intenzione di acconsentire al mantenimento degli alimenti, nonostante lui reclami di essere rimasto al verde. Gli avvocati di Mel B ribattono, dicendo che lei ha dovuto spendere molti soldi anche per via dell’ordine restrittivo, che in parte dovrebbe essere ripagato dall’ex marito. Il giudice si è riservato di prendere ulteriori decisioni a fine mese, mentre la prossima settimana deciderà se cambiare il luogo d’incontro per Stephen e la figlia. L’uomo ha richiesto che le visite monitorate si tengano altrove, perché il luogo è affollato di fotografi.


Rispondi