Kanye West, il crollo nervoso che colpisce le star di Hollywood

0
89
© Facebook / Kim Kardashian

Viste da fuori le star di Hollywood sembrano tutte felici e perfette, anche se ormai sappiamo benissimo che le cose non stanno quasi mai così.

Kanye West può essere la prova definitiva, abbiamo visto i suoi discorsi diventare sempre più deliranti, fin quando lo scorso martedì non è stato ricoverato per problemi psichiatrici. Privazione di sonno e disidratazione sarebbero le cause principali del suo malessere, la suocera Kris Jenner ha dichiarato che Kanye West lavora troppo e per dedicarsi alla sua musica passa notti intere senza dormire. Padre di due figli, North e Saint, marito di Kim Kardashian, il rapper è impegnatissimo dal punto di vista musicale ma anche della moda, la sua collezione di scarpe continua ad andare a ruba ma lui sicuramente dovrà prendersi una bella pausa. L’ultimo mese, dal punto di vista familiare, ha messo tutti a dura prova: Kim Kardashian è stata rapinata a Parigi ed è tornata di corsa in America dopo che i ladri le avevano puntato una pistola alla tempia; lui ha fatto discorsi deliranti su Donald Trump e gli (ex) amici Beyoncè e Jay-Z durante un concerto in cui ha fatto solo tre canzoni per poi lasciare il palco. Poco dopo è stato annunciato l’annullamento delle 21 date rimanenti del suo tour e poi è arrivato il ricovero.

Kanye West e tutte le vittime del successo

La celebrità è un’arma a doppio taglio, tutti la vogliono ma poi non è così facile da gestire. Abbiamo visto che Justin Bieber, diventato famoso all’età di 16 anni, non se la sta cavando benissimo e i suoi comportamenti sono sempre più fuori controllo. Alcuni personaggi si sono allontanati dalla dipendenza da social, come lo stesso Bieber, l’ex fidanzata Selena Gomez o ancora Kim Kardashian (subito dopo la rapina) e la sorellastra Kylie Jenner. Nel caso del clan Kardashian, pare che siano diffusi i disturbi d’ansia e gli attacchi di panico, essere perennemente esposti, soprattutto ora che gli smartphone governano la nostra esistenza, sicuramente non rende il tutto più agevole.

Le vittime del successo sono state parecchie nel corso del tempo e negli ultimi anni se ne parla un po’ più apertamente, le celebrità sono tornate tra i comuni mortali e non hanno paura di ammettere le loro debolezze. Come Demi Lovato, finita in rehab a causa di disturbi alimentari, autolesionismo e disturbo bipolare, diagnosticato anche a Catherine Zeta Jones. Selena Gomez deve combattere contro il lupus ma non solo, è stato molto importante il suo discorso agli American Music Awards, dov’è stata premiata come migliore artista femminile dell’anno. “Dentro ero a pezzi” ha raccontato, infatti ha scelto di prendersi una pausa ed è stata elogiata dalla collega Lady Gaga; nemmeno quest’ultima ha fatto mistero dei suoi problemi in passato e ha preso anche le difese di Kanye West, ampiamente attaccato sui social. Questi ultimi sono diventati un male sotto molti aspetti, al quale abbinare eccessi che vanno dall’alcol alle droghe, basti ricordare la prematura scomparsa dell’indimenticabile Amy Winehouse.

A rimetterci di più sono solitamente gli artisti che conoscono la fama internazionale quando sono ancora giovanissimi: non è finita in rehab (per quanto ne sappiamo) Miley Cyrus, che però ha subito un grande cambiamento nel tempo e continua a proclamare il suo amore per la marijuana, mentre Daniel Radcliffe, star della saga di Harry Potter, ha iniziato ad avere problemi con l’alcol molto presto. Era praticamente una bambina Drew Barrymore quando ha iniziato a bere e a drogarsi, Zac Efron è riuscito a risolvere il problema in tempo ma reggere dopo il successo planetario di “High School Musical” non è stato facile. I casi sarebbero ancora tanti ma ci fermiamo qui, e a questo punto le riflessioni sono d’obbligo.

Rispondi