Amanda Bynes in un centro di riabilitazione di Malibu

0
525
Amanda Bynes | © Neilson Barnard / Getty Images

Inizialmente sembrava un gioco ma la situazione si è fatta sempre più seria, Amanda Bynes ha bisogno di cure mentali ed ha appena lasciato l’UCLA Medical Center dove era ricoverata per i suoi disturbi.

L’attrice è stata ricoverata in un altro centro di Malibu, The Canyon, frequentato prevalentemente dalle celebrità. Si tratta di una notizia sconfortante perché significa che lo stato di salute di Amanda Bynes non è per nulla migliorato, tutt’altro. L’attrice è stata ricoverata lo scorso luglio dopo aver delirato per mesi su Twitter, essersi sottoposta a più interventi per cambiare il suo naso  e dopo essere stata trovata a terra nel vialetto di casa vicino a un fuoco che probabilmente aveva appiccato lei stessa e che le stava bruciando i pantaloni.

 

Amanda Bynes | © Neilson Barnard / Getty Images
Amanda Bynes | © Neilson Barnard / Getty Images

Amanda Bynes ha 27 anni e avrebbe fatto il suo ingresso a The Canyon già da tre settimane, i dottori sono molto preoccupati per le sue condizioni. La ragazza interagisce pochissimo con le persone e si allontana raramente dal posto in cui si trova adesso, non indossa più la sua parrucca ed è paranoica nei confronti dei paparazzi, perché teme che riescano a trovarla. Ed in questo, si sa, i fotografi non guardano in faccia niente e nessuno: al di là dei problemi mentali della Bynes, farebbero di tutto pur di accaparrarsi una sua foto.

Dopo le prime settimane di osservazione psichiatrica accordate dai medici la scorsa estate, il periodo di osservazione per Amanda Bynes è andato via via prolungandosi ed ora pare che l’attrice dovrà rimanere ricoverata almeno fino all’inizio dell’anno nuovo se non addirittura per l’intero 2014. Secondo alcune fonti, i medici le avrebbero diagnosticato schizofrenia, l’attrice sarebbe diventata un pericolo per se stessa oltre che per gli altri. Lo dimostra l’ultimo gesto prima del ricovero, il fuoco appiccato nel vialetto di casa, appunto, che ha costretto i genitori a prendere la difficile decisione; hanno anche presentato i documenti per ottenere la custodia legale e finanziaria di Amanda.

Rispondi