William e Kate: intercettazioni telefoniche anche per loro

0
337
William e Kate

Le intercettazioni telefoniche sono il nuovo incubo del Regno Unito e il Freddy Krueger della situazione si chiama  Jonathan Rees, che alle spalle ha un passato nella massoneria e qualche anno di prigione (dal 1999 al 2004) per aver cercato di mettere cocaina nelle tasche della moglie di un suo cliente in modo tale che perdesse l’affidamento dei figli.

William e Kate
  Un personaggio losco e di certo poco affidabile, che ultimamente ha deciso di dilettarsi con le intercettazioni telefoniche e nessuno è immune: membri della casa reale, dei servizi segreti, ex membri dell’IRA, poliziotti, personaggi di spicco anche del mondo dello spettacolo, come Mick Jagger ma i protagonisti più celebri del momento e vittime succulente, sono William e Kate. A quanto pare Rees ha tre ossessioni principali, oltre alle intercettazioni, ha sviluppato un’ossessione anche per Murdoch ed inoltre News of the World. L’uomo stava cercando di raccogliere materiale per conto di News International e le vittime continuano ad aumentare: si passa da Sienna Miller a Tony Blair, il principe Edoardo, George Michael. Non si salva più nessuno, praticamente, ma chi sta dietro a tutta questa storia?

Rispondi