Sylvester Stallone ricattato dalla sorella per abusi sessuali

0
702
Sylvester Stallone | © Elisabetta Villa / Getty Images

Sylvester Stallone ha salutato un 2012 da dimenticare, ma il 2013 per lui non è iniziato nel migliore dei modi. Lo scorso anno l’attore ha perso il figlio, Sage, ed anche la sorella, Toni-Ann Filiti, morta di cancro ai polmoni a 48 anni. Ma è proprio di lei che si parla adesso, dopo un articolo-bomba del New York Post che dichiara che Sylvester Stallone avrebbe versato alla sorella due milioni di dollari per aver abusato sessualmente di lei, in cambio del suo silenzio. La storia è in attesa di conferma, ma il NYP presenta anche della documentazione, dalla quale risultano versamenti di 16.000 dollari al mese e 50.000 l’anno per spese mediche.

La vicenda è già un grande scandalo e la storia ha fatto il giro del mondo. Tutto sarebbe accaduto ventisei anni fa, quando Sylvester Stallone si stava affermando come star a Hollywood. Fu allora che Toni-Ann Filiti decise di ricattarlo per gli abusi sessuali subìti, minacciando di portarlo in tribunale. I due trovarono un accordo alternativo, per evitare di rovinare la carriera dell’attore appena all’inizio con uno scandalo simile, così lui per tutti questi anni avrebbe versato soldi in cambio del suo silenzio.

Sylvester Stallone | © Elisabetta Villa / Getty Images
Sylvester Stallone | © Elisabetta Villa / Getty Images

Ma la madre dei due, Jacqueline Stallone, ha dichiarato che le cose non stanno così, schierandosi dalla parte del figlio, poiché Toni-Ann soffriva di dipendenza da farmaci:

Non si è trattato che di un’estorsione. Toni-Ann prendeva 65 pillole al giorno, per questo ha minacciato Sylvester. Una dipendente dai farmaci farebbe qualsiasi cosa ma lui ha invece sempre cercato di aiutarla.

Il portavoce dell’attore ha confermato la versione di Jacqueline, sostenendo che molti divi purtroppo diventano vittime di episodi del genere. Toni-Ann, quindi, soffriva realmente di tossicodipendenza e il fratello non aveva fatto altro che aiutarla. Secondo il racconto della madre, la donna assumeva 65 pillole di Oxycotin al giorno, un analgesico oppiaceo. A questo punto, forse non sapremo mai chi ha raccontato la verità, voi cosa ne pensate?

Rispondi