Monica Bellucci lascia la Francia per Rio De Janeiro

0
801
Monica Bellucci | © Vittorio Zunino Celotto / Getty Images

Monica Bellucci fa le valige, un’altra volta. La nota attrice italiana, infatti, dopo aver dato non poco dispiacere ai suoi fan trasferendosi in Francia per amore del suo Vincent Cassel, ha deciso di traslocare ancora, stavolta addirittura ancora più lontano dalla sua madre patria. A breve, infatti, partirà con tutta la sua famiglia, marito e due figlie, Deva e Léonie, alla volta del Brasile e in particolare si trasferirà a Rio De Janeiro. Di certo non è una destinazione da poco, anche se la Francia si farà di certo rimpiangere, ma pare che Monica Bellucci abbia delle motivazioni ben radicate nel suo passato.

Un innamoramento avvenuto 18 anni fa.

Monica Bellucci | © Vittorio Zunino Celotto / Getty Images
Monica Bellucci | © Vittorio Zunino Celotto / Getty Images

L’attrice, infatti, racconta di essere stata folgorata dalla bellezza dei luoghi fin da quando visitò il Brasile per la prima volta. Una scelta a lungo meditata, dunque, ma finalmente compiuta.

Oggi il mio posto è qui, davanti alla spiaggia, a guardare le persone passeggiare e assorbire tutta l’energia del mare.

ha dichiarato a Vogue Brasil. Come biasimarla, d’altronde chi, potendoselo permettere, non prenderebbe armi e bagagli per partire alla volta della calda e colorata Rio De Janeiro. Ma l’Italia? Monica Bellucci, anche in questi anni di “esilio” francese, non ha certo dimenticato il suo Paese e infatti italiana resta la sua città preferita in assoluto.

Magari tra 5 anni torno a vivere a Roma, la mia città preferita.

Tra i maligni, comunque, si sta già diffondendo un pettegolezzo, vista la recente “fuga” di vip dalla Francia. Di poche settimane fa, infatti, è la notizia che Gerard Depardieu ha chiesto e ottenuto la cittadinanza russa per evitare di essere colpito dalla famigerata “tassa sui super ricchi”. Che siano economiche, dunque, le vere ragioni che hanno costretto la Bellucci ad emigrare in Sud America? Noi ci auguriamo di no e vogliamo pensare che il mite clima brasiliano restituirà tra qualche anno all’Italia una delle sue muse in una forma ancora più splendente.

Rispondi