Sara Tommasi, video porno: due arresti per abusi sessuali

0
986
Sara Tommasi

Le più importanti agenzie di stampa hanno diramato la notizia dell’arresto del produttore e dell’organizzatore dei film hard che vedono protagonista Sara Tommasi. In poche ore la rete è stata sommersa d’informazioni che riguardano la sgradevole vicenda. L’agenzia Agi rivela che le due persone in questione sono state fermate:

…dai carabinieri di Salerno su mandato del gip perche’ responsabili di abusi sessuali sulla showgirl, Sara Tommasi, con l’aggravante di averle fatto assumere cocaina.

I militari dell’Arma, su denuncia della stessa interessata e e sulla testimonianza diretta di alcuni amici, dopo accurate indagini e grazie alle intercettazioni a loro disposizione sono giunti alla conclusione che i due sospettati, uno domiciliato a Roma e l’altro a Milano, hanno approfittato della fragilità psicologica della ternana, convincendola nel settembre 2012 a realizzare un film a luci rosse in un albergo del salernitano, a Buccino, somministrandole anche la neccessaria dose di droga per realizzare le scene. La pellicola, che porta per titolo “Confessioni private”, è stata sequestrata ed è ancora al vaglio degli inquirenti per le verifiche del caso.

Sara Tommasi
Sara Tommasi

L’Ansa alla notizia così riportata ha aggiunto che sono indagate anche altre tre persone per aver partecipato materialmente all’organizzazione della pellicola. Per il momento sappiamo che la pagina fb dell’ex isolana è stata oscurata, limitando gli slanci quotidiani della showgirl. Del resto negli ultimi tempi la situazione, sulla pagina ufficiale della Tommasi era visibilmente fuori controllo: offese gratuite, critiche accese, immagini audaci sapientemente censurate, attacchi e offese contro personaggi dello showbiz senza esclusione d’indecenze varie, fidanzamenti veri o presunti con personaggi di scarsa fama,  serate in discoteca ed eventi a tinte rosse su tutta la penisola, per la gioia dei suoi più accaniti followers. Possiamo solo augurare alla Tommasi che un chiarimento sulla vicenda e la ricerca del colpevole possa ridarle la possibilità di ricominciare, tornando a vivere la sua vita con serenità.

 

Rispondi