Rihanna e Chris Brown insieme a Capodanno

0
1016
Chris Brown e Rihanna alla partita dei Lakers | © ROBYN BECK / Getty Images

Rihanna e Chris Brown sono destinati, almeno per ora, a trascorrere insieme anche il 2013. I due si erano separati nel 2009, dopo che il cantante si era rivelato particolarmente violento ma la popstar barbadiana pochi mesi fa ha rivelato di averlo perdonato, senza nascondere di amarlo ancora.

E da lì è iniziata una serie di avvistamenti che continua tutt’ora. Chris Brown dopo qualche tira e molla ha messo da parte la sua ex, Karrueche Tran, per stare con Rihanna. Non si sa bene come stia andando la storia, ma i due sono stati visti insieme più volte e a giudicare dalle ultime foto pubblicate su Instagram, hanno iniziato l’anno insieme, a letto.

La notte di San Silvestro, invece, Rihanna l’ha trascorsa lavorando, si è esibita in una festa di lusso ma non si sa quanto sia riuscita a guadagnare. Di sicuro si tratta di un buon presagio per l’anno che verrà, dopotutto è una delle cantante più amate di questi anni.

Chris Brown e Rihanna alla partita dei Lakers | © ROBYN BECK / Getty Images

Si dice che ad ingaggiarla sia stato il milionario russo Roman Abramovich, la festa si è tenuta a St. Barts, ai Caraibi, sulla sua villa e sul suo yacht di lusso, con ospiti d’eccezione, da Naomi Campbell a Kate Moss. Secondo le prime indiscrezioni, la festa ammonta ad un valore di cinque milioni di dollari, non capita tutti i giorni di andare ad un “veglione” e guardare l’esibizione di Rihanna!

Ma tornando alla relazione con Chris Brown, lui avrebbe fatto rimuovere il tatuaggio che si era fatto per amore della sua ex (Rihanna invece se n’è fatta fare uno sul lato b). Amore che è durato troppo poco, perché il destino lo ha portato nuovamente da Rihanna, mandando in bestia Karrueche Tran, che in queste ultime settimane ha lanciato dei tweet poco carini, anche se non esplicitamente indirizzati al suo ex, che lasciano immaginare siano rivolti proprio a Chris e soprattutto che lei non abbia preso proprio bene la questione.

 

Rispondi