Miriana Trevisan contro Massimiliano Caroletti: Eva Henger lo difende

0
78
© Facebook / Miriana Trevisan

In queste ultime settimane, sulla scia della denuncia delle molestie nel mondo dello spettacolo, Miriana Trevisan ha trovato uno spazio ampio per esprimersi.

Articoli sul suo blog personale, altri per Linkiesta, Miriana Trevisan ha iniziato a parlare delle molestie subite senza fare i nomi. Da qualche giorno ha deciso di parlare chiaro e il primo nome che ha fatto è stato quello del regista Giuseppe Tornatore. Quest’ultimo ha già annunciato la querela, smentendo l’accusa della Trevisan. Inoltre è stato difeso da diverse attrici, tra cui Margherita Buy e Laura Chiatti. Quest’ultima, come anche Claudia Gerini, ha insinuato che si tratti di un modo per cercare visibilità.

Miriana Trevisan non si è fermata, perché ha accusato di molestie anche Massimiliano Caroletti. Il produttore è il marito di Eva Henger, queste le parole della Trevisan su Vanity Fair:

Avevo fatto un regolarissimo provino con il regista Andres Maldonado. Mi presero e io, per prepararmi al ruolo, che era da co-protagonista, presi un coach per studiare il copione, investendoci tempo e denaro. Peccato che anche quella fu una delusione. Il produttore, Massimiliano Caroletti, mi diede il tormento per giorni. Io ero sconvolta dalla sua sfacciataggine anche perché stava per arrivare sul set sua moglie, Eva Henger. Lo rifiutai in tutti i modi. Un bel giorno mi chiamarono per dirmi che il copione era cambiato: avevano tagliato quasi tutte le mie scene.

Eva Henger è intervenuta in difesa del marito a “Pomeriggio 5“:

In quel film mio marito non era produttore, ma attore e non aveva il potere di tagliare scene. Il produttore era Nicolino Matera.

La Henger ha elencato le scene in cui è presente Miriana Trevisan e per le quali, in effetti, non ci sarebbe stato bisogno di un coach perché non richiedevano grandi doti recitative: interpretava una sordomuta. Ha poi aggiunto:

A me hanno tagliato 5 scene e la sera dormivo nel letto di Caroletti.

Eva Henger ha sottolineato che Miriana Trevisan era presente sulla locandina del film e che aveva partecipato alla presentazione. Ha aggiunto che Massimiliano Caroletti l’ha aiutata organizzando alcune serate per lei e Francesca Lodo; la stessa Trevisan lo avrebbe contattato chiedendogli di procurarle del lavoro poiché stava divorziando. La Henger ha ricordato che Miriana Trevisan ha parlato anche di un produttore Rai che l’ha molestata ma del quale non ha fatto il nome, aggiungendo di aver saputo che l’ex velina sta facendo un provino proprio per un programma Rai. La Trevisan non ha tardato a rispondere, lo ha fatto su Twitter e anche sul suo blog personale, dove riporta citando le fonti le prove del fatto che Caroletti fosse produttore esecutivo del film in questione. Ricorda, poi, che lo stesso Caroletti avesse dichiarato di aver tagliato alcune scene del film, la Trevisan ha chiuso scrivendo:

Sarà un piacere raccontare tutto in un pubblico dibattimento. Pezzo per pezzo. Smontare le bugie di Henger e Caroletti (sul cui conto poi c’è un’intera bibliografia). Perché crescendo ho imparato a non fare più la parte della sordomuta. E, credetemi, questo vento di cambiamento è solo all’inizio.

Rispondi