Lionel Messi, i famigliari smentiscono il tradimento

0
816
Lionel Messi

Le foto shock del tradimento di Lionel Messi hanno fatto il giro del mondo in poche ore confermando in tal modo lo scoop del settimanale spagnolo “Pronto”che sbatte in prima pagina il pluri pallone d’ore mettendo in crisi il rapporto coniugale del calciatore con la madre di suo figlio, il piccolo Thiago. Questa la notizia di pochi giorni fa che ha avuto un eco mediatico meritevole di tutta l’attenzione del gossip, eppure gli ultimi aggiornamenti parlano di una montatura e di una reazione dei parenti del noto bomber. Il padre e il fratello, Jorge e Matias difendono Lionel Messi dall’accusa di aver tradito la fidanzata Antonella Roccuzzo a Las Vegas.

Non solo la famiglia del calciatore argentino ha reagito alla notizia “bufala” che ha l’unico scopo di macchiare il giovane attacante, ma anche lo staff di Messi ha minacciato querele e denuncie nei confronti di tutta la stampa che non rettifichi la notizia. Anche se per il momento Lionel Messi non ha rilasciato nessuna dichiarazione, sembra che la notizia abbia molto più fondamento di quanto rivela la famiglia dell’argentino, anche le foto sembrano tutt’altro che taroccate. Inoltre occorre ricordare che Messi non è nuovo a questo tipo di cose visto che nel 2011 “Novella 2000” aveva raccontato di un presunto flirt tra il calciatore e Camilla Morais, mentre il 26enne bomber era già fidanzato con la stessa Antonella Roccuzzo.

Lionel Messi
Lionel Messi

Come abbiamo detto il talento argentino non ha fatto nessuna dichiarazione per chiarire la stuazione, ma non si può dire che non stia facendo di tutto per assomigliare all’altro storico calciatore della sua patria Diego Armando Maradona ex numero 10 del Napoli: dalle instabilità professionali, ai problemi con il fisco. Speriamo che Messi riesca a far luce su questo brutto episodio e rassicuri la sua compagna da illazioni e basse insinuazioni tipiche della stampa rosa e del gossip, del resto i calciatori sono sempre nell’occhio del ciclone soprattutto quelli amici di Ronaldo.

Rispondi