Kim Kardashian colpita con della farina da un’animalista: foto e video

0
741
Kim Kardashian | © Frazer Harrison / Getty Images

Kim Kardashian è finita letteralmente sotto attacco: mentre posava sorridente per i paparazzi  sul red carpet in occasione della presentazione della sua nuova fragranza, la celebre socialite è stata colpita da un’ondata di farina. La donna che l’ha lanciata è una simpatizzante della PETA, che poco gradisce l’amore per le pellicce della prosperosa Kim.

La donna è stata immediatamente allontanata e ben presto si è scoperto che la polvere bianca finita sugli splendidi capelli di Kim Kardashian, rovinandole in parte una giornata importante, era soltanto della farina.

Kim Kardashian dopo l'attacco con la farina | © Frazer Harrison / Getty Images

La presentazione del profumo “True Reflection” è partita col piede sbagliato, ma Kim Kardashian non si è scomposta più di tanto: da vera donna di spettacolo, ha capito subito il concetto “the show must go on” e non si è fatta scoraggiare dall’imprevisto. Dopo essere sparita per qualche minuto, è tornata come nuova, sempre pronta ad offrire un sorriso ai paparazzi e ai suoi seguaci.

In questi giorni Kim Kardashian ha espresso tutta la sua tristezza per il modo in cui l’hanno trattata i media. Negli ultimi mesi si è parlato tantissimo del suo divorzio da Kris Humphries, avvenuto dopo soli 72 giorni di matrimonio. Il giocatore di basket è intenzionato a chiedere l’annullamento delle nozze e sette milioni di dollari di risarcimento, nel frattempo la sua ex moglie ha parlato del trattamento ricevuto a livello mediatico a Jay Leno:

Ho imparato molto dalle ultime esperienze e le mie priorità nella vita in generale sono completamente cambiate. Credo ancora nell’amore. Sono innamorata dell’idea dell’amore. Penso sia stato questo il mio errore. Il divorzio èstato un momento molto delicato, molto difficile da superare, forse il più pesante di tutta la mia vita. Ero orgogliosa di aver parlato della la mia vita a cuore aperto. Nel reality mostravamo veramente le nostre vite. Non avrei mai creduto che i media si sarebbero comportati così brutalmente.

Rispondi