Kesha: la mamma rivela i dettagli sul suo rapporto con Dr. Luke

0
75
© Kesha / Facebook

Le foto di Kesha in lacrime in tribunale hanno fatto il giro del mondo e il suo caso ha attirato l’attenzione dei media internazionali: da tempo la cantante ha denunciato gli abusi del produttore musicale Dr. Luke, ma non è stata ascoltata.

A supportarla ci sono state numerose star da Lady Gaga a Taylor Swift, che le ha donato anche dei soldi per supportarla nelle spese legali. Nel 2014 la popstar aveva dichiarato di essere entrata in una clinica per curare i suoi disturbi mentali, conseguenza degli abusi subiti da Dr. Luke. Quest’ultimo ha lavorato al fianco di popstar di successo, da Britney Spears a Katy Perry ma a denunciare i suoi abusi è stata sol Kesha che purtroppo lo scorso febbraio ha visto crollare tutte le sue accuse di fronte al rifiuto del tribunale di New York. Questo significa che la sua carriera rimarrà nelle mani del produttore che le avrebbe distrutto la vita.

Kesha, il suo rapporto con Dr. Luke

Adesso è Rosemary Patricia “Pebe” Sebert, madre della cantante, a rivelare nuovi dettagli del rapporto tra Kesha e il suo produttore. In un’intervista rilasciata a Billboard la donna ha raccontato che la figlia la chiamava mentre era in aereo, completamente ubriaca e le raccontava di come Dr. Luke arrivasse e iniziasse a toccarla dappertutto. Diceva di sentirsi malissimo e poi vomitava, spiegando che voleva liberarsi di lui:

Era una prigioniera. È come se qualcuno che ti picchia tutti i giorni e ti tiene legato a una catena viene da te per darti un pezzo di pane. Luke diceva “Sei molto carina oggi” e lei raggiungeva uno stato di felicità isterica perché non si aspettava altro che abusi.

Kesha non ha potuto scegliere di lavorare con altri produttori perché è proprio Dr. Luke ad avere l’ultima parola sulla sua carriera. Tra gli altri racconti della madre della popstar ce n’è uno risalente al 2005, quando Kesha e il produttore andarono al compleanno di Nicky Hilton. In quel caso Kesha venne drogata e poi stuprata, una fonte che li vide quella sera sostiene di non aver visto nulla di strano. Per il momento non ci sono prove concrete degli abusi subiti dalla cantante e Dr. Luke continua a difendersi ma riferendosi a quella note la Sebert racconta che la figlia la chiamò in lacrime, in stato confusionale dicendo di non ricordare nulla, che probabilmente aveva avuto un rapporto sessuale con l’uomo e che forse aveva bisogno di andare in ospedale. Lì non ci andò mai e Pebe continua a sostenere che non andò mai nemmeno dalla polizia perché la figlia le chiese di non farlo nella speranza di riuscire ad avere delle possibilità nel mondo della musica.

Rispondi