Justin Bieber al David Letterman Show: video

2
902
Justin Bieber | © Mike Coppola / Getty Images

Grande gaffe per Justin Bieber, ospite al David Letterman Show qualche sera fa. Il giovane artista canadese sarà pure il più ricco e acclamato al mondo, ma di cultura ne sa ben poco e di certo non si contraddistingue per la sua simpatia contagiosa.

Ospite al celebre show condotto da David Letterman, Justin Bieber ha mostrato i suoi tatuaggi, tra cui l’ultimo arrivato, “Believe“. Per tutto il tempo il conduttore americano ha cercato di convincere il cantante a smettere di tatuarsi ed ha poi fatto una battuta dicendogli “Non vorrai mica diventare come la Cappella Sistina!“.

Justin Bieber | © Mike Coppola / Getty Images

Ma Justin Bieber ha confuso il “sistine” con il “Sixteenth“, da Sestina a Sedicesima, evidentemente non conosce una delle opere d’arte più famose al mondo. L’ha salvato in calcio d’angolo lo stesso David Letterman, dicendo, “Ah, le scuole canadesi…” facendo sembrare la gaffe piuttosto uno sketch che una pessima figura.

Nel frattempo ha fatto irruzione in rete il video in cui si vede lo svenimento di Justin Bieber: il cantante si trovava a Parigi e mentre si esibiva ha sbattuto la testa contro un muro di vetro, procurandosi una lieve commozione cerebrale. Justin è riuscito a portare a termine la sua esibizione, ma successivamente è svenuto, cadendo dalle scale. Lui stesso ha spiegato a TMZ:

Mi sono fatto veramente male, mi sentivo un po’ stordito, ma la mia adrenalina mi ha permesso di finire l’esecuzione dell’ultima canzone. Dopo sono andato dietro le quinte e mi sono sentito tutto d’un colpo debole.

In realtà il suo manager ha spiegato che Justin Bieber ha perso i sensi per qualche minuto, è stata una brutta caduta che ha mandato nel panico i membri dello staff, subito andati a soccorrerlo. Mentre Justin promuove il suo ultimo lavoro, tra gaffe e cadute diciamo pure che il cantante non è in ottima forma, ma con tutta probabilità si riprenderà quando le vendite del suo nuovo album schizzeranno alle stelle.

2 COMMENTI

Rispondi