Fa sesso orale al concerto di Eminem, le foto fanno il giro del mondo

0
1539
Eminem | © Kevin Winter / GEtty Images

E’ minorenne e in questo momento si trova in ospedale sotto sedativi, la ragazza irlandese che durante il concerto di Eminem a Slane Castle è stata immortalata mentre praticava sesso orale.

Un evento piuttosto insolito, se si considera che al concerto del rapper americano c’erano ottantamila spettatori, ma la ragazza diciassettenne era sicuramente su di giri e si è lasciata andare un po’ troppo. Tutti quelli che erano intorno non si sono fatti problemi a tirare fuori i cellulari per immortalare il momento, in poco tempo le foto sono finite online.

Il concerto di Eminem a Slane Castle è stato piuttosto turbolento, nella stessa sera sono state arrestate 63 persone, ancora non si sa invece cosa succederà a chi ha deciso di pubblicare gli scatti con protagonista la ragazza minorenne: la polizia ha aperto un’inchiesta, si tratta a tutti gli effetti di materiale pornografico a sfondo pedofilo, senza contare le conseguenze che la cosa ha avuto sulla giovane.

Eminem | © Kevin Winter / GEtty Images
Eminem | © Kevin Winter / GEtty Images

Il web è sempre spietato e se da una parte la ragazza, di cui è stata oscurata l’identità, ha commesso un atto non proprio pudico, gli spettatori sono stati particolarmente severi con lei ed hanno sfoggiato un maschilismo imperante. Nell’arco di poche ore ha visto diffondersi gli scatti in tutto il mondo, il ragazzo protagonista è stato etichettato come eroe e leggenda, lei invece in modi molto meno gentili. Adesso pare che la giovane si trovi in ospedale sotto sedativi perché non riesce a superare la vergogna, la rete risponde facendo sparire le immagini. Ma il bullismo sul web è un fenomeno ormai radicato, molti adolescenti si sono suicidati a causa dei commenti spietati, spesso e volentieri di sconosciuti nascosti dietro a un monitor. In questo caso l’identità della ragazza è stata nascosta, ma esisterebbero altre foto in cui pratica sesso orale anche ad altri ragazzi e non solo “all’eroe” che è già diventato fenomeno virale.

Rispondi