Claudia Galanti e Arnaud Mimran si dicono addio

0
60
Claudia Galanti | Instagram

Altro che matrimonio a settembre, il mese è quasi finito e così anche la storia d’amore tra Arnaud Mimran e Claudia Galanti, genitori di tre figli.

Da qualche tempo si parlava di crisi di coppia e del fatto che Claudia fosse perdutamente innamorata dell’imprenditore Tommaso Buti, ma inizialmente la storia è stata smentita, fin quando effettivamente la coppia Mimran-Galanti è scoppiata.

Lui l’ha presa benissimo, tanto da salire sul primo volo per Milano e andare a distruggere il costosissimo guardaroba dell’ex compagna, viziata e stra-viziata nel corso di questi anni tra piscine di lusso, jet privati e abiti da sogno, oltre che madre di tre dei suoi sei figli.

Arnaud Mimran adesso dovrà sborsare parecchi soldi per il mantenimento dei figli ma nel frattempo ha deciso di dimenticare Claudia Galanti dandosi alla bella vita per i locali di Roma, trascorrere del tempo con i suoi figli e andare in palestra per migliorare la sua forma fisica.

Claudia Galanti | Instagram
Claudia Galanti | Instagram

Per quanto riguarda la showgirl paraguaiana, invece, sembra aver dimenticato già da un pezzo il suo Arnaud, ha perso completamente la testa per Tommaso Buti. E se qualche settimana fa, dopo una lite esplosa al Billionaire, aveva smentito ogni tipo di relazione e tradimento confermando però di essere tornata single, adesso non si fa più problemi a baciare e coccolare in pubblico la sua nuova fiamma. L’occasione per mostrarsi insieme, affiatati e innamorati,  è stato proprio il party per il compleanno di Buti. Ma la cosa più sorprendente, che lascia intendere che Claudia Galanti sia innamoratissima, è stato il fatto di vederla salire su un Freccia Rossa. Forse non aveva messo piede su un treno prima d’ora o quantomeno nell’ultimo decennio, abituata ad autisti e ad ogni forma di comodità impossibile da immaginare per noi comuni mortali. Ma si sa, l’amore è capace di trasformare le persone e Claudia Galanti ha addirittura accettato di mischiarsi alla plebaglia…

Rispondi