Amy Winehouse: oggi i funerali, Lou Reed la saluta in concerto

0
721

Oggi si terranno i funerali di Amy Winehouse, i genitori dell’artista hanno deciso di non attendere i test tossicologici per dirle addio per l’ultima volta, visto che ci vorranno diverse settimane prima di conoscerne i risultati. Mitch e Janis hanno optato per una cerimonia privata ed hanno deciso di non rendere noto il luogo in cui si terrà il funerale, con rito ebraico. Amy, inoltre, verrà cremata.

 

Foto: Bryan Bedder / Getty Images
  Si tratta di un giorno molto difficile per la famiglia della cantante, ed anche per Reg Traviss, ex fidanzato che sembrava essere diventato una speranza positiva per Amy, ma che non era riuscito a sopportare i suoi continui eccessi. Dal passato, poi, riemerge la figura di Blake Fielder-Civil, ex marito della Winehouse, dal quale la cantante divorziò nel 2009 e al quale i genitori di Amy attribuiscono molte colpe. Sembra che proprio dal quel matrimonio, sia iniziato il declino della grande artista. Fielder-Civil attualmente si trova in carcere, perché deve scontare 32 mesi per furto e possesso di arma da fuoco, ma aveva chiesto il permesso di presenziare al funerale, ma Mitch Winehouse lo aveva già messo in guardia, dicendogli di non presentarsi e per sua fortuna, il permesso non gli è stato concesso. Come accade subito dopo la morte, si inizia a parlare già di eredità e proprio Blake Fielder-Civil sembra essere destinato a non ricevere nemmeno un penny di quei dieci milioni di sterline, che invece verranno divisi tra i genitori di Amy, divorziati, e il fratello, Alex. Intanto i genitori, devastati dal terribile lutto, sostengono che quella di Amy era una morte annunciata: dopo la prima overdose, avvenuta quattro anni fa, la madre aveva addirittura preso una lapide al cimitero. I fan continuano il pellegrinaggio davanti alla casa di Amy Winehouse, mentre dall’autopsia non sono emersi dati rilevanti, non è stata stabilita una causa di morte formale, si attendono i risultati dei test tossicologici, molto probabilmente dovremo aspettare ancora un mese. Intanto all’Auditorium di Roma, Lou Reed ha voluto dedicare il suo concerto ad Amy Winehouse, durante “Ecstasy”: Voglio dedicare questo concerto alla grande cantante Amy Winehouse.

Rispondi