Alberto Di Monaco e Charlene Wittstock aspettano due gemelli

0
28
Charlene Wittstock e il principe Alberto | Point de vue

Alberto Di Monaco diventa padre per la terza volta, ma in questo caso in “via ufficiale”, lo scorso maggio è stata annunciata la gravidanza di Charlene Wittstock.

Qualche tempo dopo si era diffusa la voce di un possibile parto gemellare, tutta colpa del giornalista sudafricano Darek Watts, che si era lasciato sfuggire la notizia dopo una telefonata con il padre di Charlene. Quest’ultimo di certo farà meno affidamento sugli “amici” in futuro, ma in ogni caso adesso il parto gemellare è stato confermato.

Il 13 ottobre uscirà il nuovo numero di Hello, che riporta un’intervista esclusiva in cui Charlene Wittstock parla della sua gravidanza, che sta andando piuttosto bene. A questo si aggiunge il fatto che i gemelli in arrivo sono stati confermati. E tutti già si chiedono, quale dei due avrà effettivamente diritto al trono nella linea di successione?

La legge monegasca prevede che in caso di nascita di gemelli, è il primo a venire alla luce che di conseguenza ha accesso al trono; se dovessero nascere un maschio e una femmina, a prescindere da chi viene alla luce prima, sarebbe comunque il maschio ad avere diritto al trono.

Charlene Wittstock si prepara a diventare mamma per la prima volta e con due bebè in arrivo non sarà di certo cosa facile! Alberto di Monaco invece ha già due figli e potrebbe raddoppiare la cifra. Noto per il suo stile di vita decisamente libertino, il principe ha avuto due figli da due precedenti relazioni occasionali, ma nessuno dei due potrà mai avere pretese per quanto riguarda le ambizioni reali.

Con questa gravidanza vengono messe a tacere una volta per tutte le voci sulla crisi di coppia tra Alberto e Charlene che si sono susseguite per diversi mesi: sembrava che il matrimonio avesse raggiunto un punto di non ritorno, anche perché non sembra essere partito con il massimo dell’entusiasmo. Ma l’arrivo di due bebè dovrebbe placare il chiacchiericcio, il resto non si sa…

Rispondi