Victoire Dauxerre, la top model denuncia quello che succede dietro le quinte

0
89
© Instagram / Victoire Dauxerre

Victoire Dauxerre aveva appena 18 anni quando è stata notata da uno scout per una famosa agenzia di modelle.

Attratta dall’occasione, Victoire decise di fare un tentativo e ricontattò l’uomo per scoprire che l’agenzia era la Elite, una delle più importanti di Parigi. E infatti nel giro di poco tempo Victoire Dauxerre è diventata richiestissima. Tutto questo ha avuto un costo, perché gli impegni aumentavano ma di pari passo aumentavano le pretese nei suoi confronti. Per diventare sempre più magra Victoire si è ritrovata a mangiare solo tre mele al giorno, sballottata da una parte all’altra del mondo nell’arco di poche ore. A un certo punto ha detto basta e ha deciso di denunciare quello che ha visto nel libro “Sempre più magre“, appena pubblicato anche in Italia.

Victoire adesso ha 25 anni e non è più disposta a sfilare in passerella, dove le richieste sono assurde. Il suo libro in Francia è diventato un vero e proprio caso nazionale ed ha già smosso qualcosa. Oltralpe, infatti, è stata creata una legge sull’anoressia, che prevede l’obbligo da parte delle agenzie di certificare lo stato di salute delle modelle. Victoire Dauxerre ha raccontato del modo in cui venivano trattate lei e le sue colleghe e di come molte ragazze, travolte dall’ambiente, mettano a repentaglio la loro vita. Lei ha scelto di cambiare le cose, tornare a un peso normale e riprendere una vita regolare. Ha raccontato, tra le altre cose, che alcune modelle perdono i denti, sono sempre rabbiose perché non possono mangiare, perdono lucidità e per questo cercano un appiglio facendo uso di droghe. Una situazione che in realtà non è così sorprendente, si conosce già. Il libro di Victoire Dauxerre ha contribuito ad accrescere la consapevolezza, all’Huffington Post la ragazza ha raccontato di aver ricevuto numerosi messaggi di ringraziamento da parte di altre colleghe che non hanno il coraggio di denunciare. Da diversi anni l’argomento dello stato di salute delle modelle torna a far parlare ma ancora una soluzione definitiva sembra essere lontana.

Rispondi