Tiziano Ferro: “Voglio innamorarmi di un uomo”

6
802
Tiziano Ferro

Questa settimana Vanity Fair avrà sicuramente uno dei suoi numeri più venduti, con lo scoop più grande degli ultimi tempi: come si vociferava già da diversi mesi, pare che sia ormai ufficiale che il cantate Tiziano Ferro sia gay. L’artista avrebbe fatto coming out nella sua biografia d’uscita imminente, “Trent’anni e una chiacchierata con papà“.

Tiziano Ferro
Insomma, checcè ne dicano i fan, che non ci credono o non ci vogliono credere, quello di Tiziano Ferro ha avuto un percorso travagliato che l’ha portato di fronte ad una scelta fondamentale per la sua vita. E da domani il numero di Vanity Fair che contiene l’intervista “Dopo” sarà in edicola, per porre fine alle curiosità del grande pubblico. “Volevo vivere meglio” dichiara Tiziano Ferro:

Un paio di anni fa ho iniziato un percorso di analisi. Da tempo non stavo bene, e avevo capito di dover riprendere in mano una serie di cose: dal forzato esilio lontano da amici e famiglia alla relazione col mio lavoro, al rapporto contrastato con l’omosessualità. Così, dopo due anni di duro lavoro su me stesso, sono arrivato a una conclusione: volevo vivere meglio.

“Mi voglio innamorare di un uomo” recita la copertina, lasciando intendere che il pluripremiato artista abbia fatto il tanto atteso coming out, termine da non confondere con l’outing:

Volevo vivere quella parte di me, smettere di considerarla un mostro, qualcosa di negativo, addirittura invalidante.

Così sembra non ci debbano essere dubbi, quale sarà la reazione degli italiani? Ormai l’omosessualità non è più un tabù, nessuno dovrebbe stupirsi!

6 COMMENTI

    • ma che cosa dici????,ma non ti vergogni a dire una cosa del genere???Filippo ritornatene nell’era preistorica sperando che qualche dinosauro te se magni!!!!

  1. Perchè giudicare una persona dal suo modo di amare . L’amore non deve avere bivi e deve essere libero di scegliere la sua direzione . Mia figlia ha undici anni e adora Tiziano , alla scoperta di questa notizia non ha fatto una piega , ha detto che ognuno può essere quello che vuole … essere gay non è una malattia infettiva … e non si deve giudicare una persona in modo diverso solo perchè si scopre una sua “diversità” . Tiziano era un artista prima ed è un artista anche adesso . Che cosa è cambiato?

Rispondi