Manchester, attentato alla fine del concerto di Ariana Grande: “Sono distrutta”

0
62
© Facebook / Ariana Grande

Un concerto dovrebbe essere un momento di gioia da trascorrere cantando e ballando insieme a centinaia, migliaia di altre persone.

Purtroppo quello di Ariana Grande, che si è tenuto a Manchester la scorsa sera, si è trasformato in un incubo. Speravamo di non dover parlare più di eventi simili dopo la tragedia di Parigi, ma ieri sera c’è stato un altro attentato subito dopo la fine del concerto e purtroppo alcune persone non ce l’hanno fatta.

La Polizia di Manchester ha rilasciato le prime informazioni, subito dopo l’attentato c’è stata parecchia confusione anche da questo punto di vista. Sui social in molti hanno raccontato l’accaduto ma inizialmente era difficile ricostruire correttamente i fatti, Facebook ha subito attivato il Safety Check per far sapere ai propri cari di stare bene. L’ultimo comunicato stampa della polizia, rilasciato un’ora fa, conferma la morte di 22 persone e 52 feriti, che si trovano in otto ospedali. La polizia conferma di aver ricevuto una chiamata alle 22.33 (ora locale) per un’esplosione presso la Manchester Arena, Ariana Grande aveva appena finito di esibirsi. Nell’arco di pochi minuti sono arrivate 240 chiamate d’emergenza, la polizia ha dichiarato che stanno trattando la vicenda “come un atto di terrorismo“. Per il momento non c’è stata alcuna rivendicazione ufficiale, ma molti siti jihadisti hanno gioito dell’accaduto. Dovrebbe trattarsi di una bomba riempita di chiodi, la polizia ha aggiunto che a mettere in atto l’esplosione è stato solo un uomo, morto nell’attentato. La premier Theresa May ha sospeso la campagna elettorale e proprio in queste ore si sta occupando del caso.

Ariana Grande, scampata alla tragedia, si è espressa in maniera molto sintetica, possiamo capirne facilmente i motivi:

Sono distrutta. Dal profondo del mio cuore, mi dispiace così tanto. Non ho parole.

Rispondi