Luca Argentero: “Il mio nudo censurato dal web”

0
763
Luca Argentero e la foto del nudo censurata | © Ernesto Ruscio / Getty Images

Archiviata la parentesi nelle vesti di giudice di Amici12, Luca Argentero torna al cinema con Cha cha cha“, il nuovo film di Marco Risi nelle sale il prossimo 20 giugno. Veste i panni di Corso, un investigatore privato che dovrà risolvere un complicato caso di omicidio. “La sceneggiatura era incredibile. Ho letto una pagina dopo l’altra sempre con la tensione nel corpo e con la voglia e la curiosità di capire cosa sarebbe successo dopo nella storia” – dice Argentero. Molto chiacchierata la scena di nudo dell’attore protagonista che ha sostenuto di essersi approcciato in modo tecnico al pezzo girato con ben quattro macchine da presa. Inaspettata e sgradita la censura.

Luca Argentero aveva infatti postato sui social network una foto tratta dalla scena del film che lo ritrae completamente nudo. Lo scatto, pubblicato su Instagram e Facebook, è stato bloccato. La policy della società di Zuckerberg è stata inclemente.

Luca Argentero e la foto del nudo censurata | © Ernesto Ruscio / Getty Images
Luca Argentero e la foto del nudo censurata | © Ernesto Ruscio / Getty Images

All’inizio ho sorriso perché non avevo capito bene cosa fosse successo e del perché su Facebook e su Instagram quella foto è stata rimossa, così come sul canale ufficiale di Ciak” – riponde Luca Argetero, che ha aggiunto: “Poi mi sono intristito perché i social vivono purtroppo in una situazione generale di assenza delle regole e hanno tolto una foto di scena dal nulla quando io invierei ai responsabili alcuni profili con foto da censurare.”

Tuttavia, buone notizie per i fans di Amici e del bell’attore: Luca, entusiasta della propria partecipazione e collaborazione con Maria De Filippi, ci sarà anche nella prossima edizione. E aggiunge, infine, di essere pronto a tornare alla carica su piccolo e grande schermo. L’attore, infatti, con alcuni amici e colleghi ha fondato la casa di produzione Inside. “Per me è una passione totale – dice – un modo anche per proporre e produrre cose che mi piacciono moltissimo. Ora stiamo lavorando a “Pericolo verticale“, un documentario molto speciale. Ma abbiamo in ballo anche altri progetti.”

Rispondi