Kim Kardashian parla per la prima volta della rapina di Parigi

0
116
© Facebook / Kim Kardashian

Kim Kardashian è tornata sui social, un po’ in sordina rispetto a come ci aveva abituati, ma è tornata.

I fan più sfegatati erano preoccupati, dopo la rapina subita a Parigi lo scorso ottobre la socialite aveva deciso di allontanarsi un po’ dai social e dedicarsi di più alla famiglia. Nel giro di poco tempo Kanye West è stato ricoverato in una clinica psichiatrica. Il rapper aveva già dato segnali di instabilità ed è rimasto ricoverato per diversi giorni prima di poter tornare a casa. La situazione si è fatta critica, al punto che si sono fatte insistenti le voci sul divorzio imminente tra lui e Kim Kardashian. I due hanno avuto due figli, North e Saint, e per il momento non sembrano intenzionati a lasciarsi. Per smentire la notizia senza troppi giri di parole, al suo ritorno sui social, Kim ha pubblicato uno scatto che ritrae la famiglia al completo.

Il promo di Keeping up with the Kardashian

Kim e tutta la sua famiglia sono perennemente davanti alle telecamere del reality “Al passo con i Kardashian” che tornerà in onda a marzo. Per la prima volta, nel promo, si sente Kim Kardashian parlare di quanto accaduto a Parigi. Fino ad ora nè lei nè nessun membro della famiglia ha commentato la vicenda, al punto che in molti credevano fosse una trovata pubblicitaria. Non lo è stata ma ha fatto gioco al reality, il fatto che fino ad ora, conoscendo il clan Kardashian, nessuno si fosse esposto aveva lasciato intendere che sarebbe stato un argomento da affrontare nel reality. Nel promo si vede Kim in lacrime mentre dice che stavano per spararle nella schiena e in un momento successivo la vediamo al telefono, preoccupata, che dice “Non spaventarmi, cosa sta succedendo?” e probabilmente si tratta del momento in cui Kanye West viene ricoverato. Il rapper aveva fatto strani discorsi sul palco durante un concerto prima di decidere di annullare tutte le date rimanenti del suo tour, ora la situazione sembra essere rientrata. Per i più curiosi, tuttavia, c’è sempre il reality.

Rispondi