Europei 2012: Mario Balotelli stop per problemi al ginocchio

0
683
Mario Balotelli | © AFP / Getty Images

Europei 2012: Mario Balotelli si ferma, non potrà giocare la prossima partita degli azzurri contro l’Irlanda, quasi certa la sostituzione con Di Natale. Il bomber ha avuto di nuovo dolore al ginocchio destro e Mister Prandelli ha deciso di sostituirlo. Gli azzurri che vogliono dimostrare d’essere bravi passando il turno senza eccessivi colpi di fortuna, subiscono un ulteriore rivoluzione. L’augurio di tutti i tifosi è che il cambiamento sia positivo e porti maggiori risultati di quelli finora ottenuti. Vincere è obbligatorio e Prandelli sta prendendo in considerazione tutte le possibili alternative.

Sarà vero dolore quello di Balotelli? Oppure il calciatore ha voluto togliere dall’imbarazzo il commissario tecnico della nazionale?  Certo è che la notizia dello stop arriva giusto al momento in cui Prandelli deve fare delle scelte importanti. In ogni caso dopo le appurate visite mediche di controllo il giocatore potrebbe tornare in campo prima del previsto, anche se lo stesso staff di medici degli azzurri ammettono che un reinserimento in squadre sembra essere alquanto improbabile.

Mario Balotelli | © AFP / Getty Images

Sembra che negli spogliatoio i calciatori stavano perdendo i loro affiatamento, soprattutto perchè sono rimasti delusi da Supermario, e certo non solo loro. I calciatori si aspettavano un altro Balotelli: un giocatore che fosse in grade di fare più gol. Per ora la situazione è chiara: Balotelli fuori e CassanoDi Natale dentro. In attesa di notizie più certe il medico della Nazionale Enrico Castellacci ha rilasciato una dichiarazione alla stampa:

Balotelli, è uscito anzitempo dall’allenamento di questo pomeriggio a causa di un leggero risentimento al ginocchio destro. Il giocatore sarà valutato domani dal responsabile medico della Nazionale, professor Enrico Castellacci.

Alla vigilia d’Italia-Irlanda Prandelli è convinto di potercela fare, in caso contrario ha dichiarato:

Siamo convinti di potercela fare: se andra’ male, ci assumeremo le responsabilità. In generale mi piacerebbe che le partite si preparassero con meno tensione.

 

Rispondi