Beppe Grillo al mare in Sardegna, mistero sull’incontro al Quirinale

0
620
Beppe Grillo|© Novella 2000

Beppe Grillo non è certamente uno che si lascia intimorire nè dai commenti della rete, nè tanto meno dagli esponenti politici che il più delle volte non condividono nè i suoi status, nè i suoi commenti ed è anche per questo che il leader del Movimento 5 Stelle ha scelto di trascorrere il week-end in Costa Smeralda con la famiglia rinviando il suo incontro con niente meno che il capo dello stato Giorgio Napolitano. Naturalmente l’episodio ha casuato non poche polemiche: sui social l’ex comico ha trovato molti sostenitori, ma anche qualche oppositore che non ha ben compreso e condiviso la sua scelta.

E’ di queste ore il commento del ministro delle riforme Gaetano Quagliariello, che ha condannato appieno le posizioni di Grillo ritenendo inopportuna la scelta del leader del neo movimento: evidentemente a Grillo la crisi non pesa personalemente. Ha dichiarato Quagliarello ai microfoni di Sky Tg 24:

Beppe Grillo al mare invece che al Quirinale? Lui non ha avuto Letta che gli ha detto di fare meno vacanze… Per lui, giustamente, la morigeratezza e la crisi pesano un po’ meno che su chi sta al governo.

Beppe Grillo|© Novella 2000

Per il momento dal Colle non sono arrivati commenti, l’incontro di Grillo e degli esponenti del M5S con il presidente Napolitano rimane comunque fissato per mercoledì. Non sarà presente Gianroberto Casaleggio, che è atteso invece per oggi in provincia di Treviso all’evento organizzato da Confapri con i piccoli e medi imprenditori del Nordest. Intanto l’ex comico continua a condannare la classe politica e lo fa tramite il suo famigerato blog:

Sono le menzogne dell’informazione a mantenere in vita le caste che succhiano sangue a chi produce per darlo a un sistema parassitario che si regge sulle tasse. La lotta di classe è di solito attribuita a un conflitto tra proletari contro capitalisti e borghesia. La lotta di classe è stata sostituita dalla lotta di casta, o meglio dalla lotta tra chi produce ricchezza, servizi sociali e i ceti parassitari, le caste. Il confronto non è semplice, netto come in passato: proletariato contro capitale, ma a macchia di leopardo. Le caste sono infatti ovunque intorno a noi. Sono il colesterolo nelle vene e nelle arterie della Nazione.

Rispondi