Wikileaks e il gossip sui politici: Berlusconi, Putin, Gheddafi

0
197
Der Spiegel

Il caso Wikileaks ha scatenato un putiferio a livello globale, il mondo è in attesa di scoprire dettagli scottanti sulle relazioni internazionali, ma pare che quel che più ci viene propinato, tanto per cambiare, non abbia niente a che vedere con la politica concreta ma piuttosto è puro gossip.

Der Spiegel
Così dalle varie documentazioni abbiamo avuto modo di scoprire che Kim Jong-il, dittatore della Corea del Nord, è stato definito “un vecchio tizio flaccido che ha sofferto di traumi fisici e psicologici in seguito al suo ictus“. Berlusconi, a quanto pare, ci ride su e di lui s’è detto che è fisicamente e politicamente debole, le “frequenti lunghe nottate e l’inclinazione ai party significano che non si riposa a sufficienza“. Si è parlato anche del lingotto d’oro da 5 kg regalo di matrimonio del presidente ceceno Raman Kadyrov ad una coppia di sposi. E non finisce qui, Vladimir Putin è stato definito “alpha dog” cioè “maschio dominante”, Karzai è un paranoico e la Merkel manca di creatività. Si parla della ormai famosa infermiera bionda di Gheddafi e delle sue ipocondrie, e, tornando al nostro premier, si parla delle sue leggendarie feste selvagge. Ed ancora su Silvio Berlusconi, sempre uno spassionato parere di Elizabeth Dibble: Incapace, vanitoso e inefficace come leader europeo moderno. Niente che possa stupirci in realtà, sembra di stare ella rubrica “Spetteguless”, ma il rischio iraniano e tutto il resto dove sono andati a finire? Sono questi i pericoli per la popolazione mondiale? Che facciano pure tutti bunga bunga, ma le bombe?

Rispondi