Umberto Bossi: il senatùr cantante, spunta “Ebbro”

0
438
Umberto Bossi

Chi l’avrebbe mai detto, non solo Silvio Berlusconi, ma anche Umberto Bossi si diletta, o almeno si dilettava, nel canto. Fino ad oggi sembrava solamente una leggenda metropolitana tirata fuori dal cilindro qualche volta in tv, nel corso degli anni, ma adesso grazie ad un annuncio di Mirko Dettori su “Mercatinomusicale“, si scopre che (purtroppo) non si trattava di una leggenda.

Umberto Bossi
Il Senatùr, prima di diventare quello che oggi conosciamo, apprezzava la musica e nel lontano 1964 si presentò addirittura al Festival di Castrocaro, con lo pseudonimo di Donato. Di questo Donato e del suo 45 giri s’è parlato per anni e adesso scopriamo che il disco è finito nelle mani di Dettori, che lo ha scovato tra i vecchi oggetti della madre. “Ebbro” è uno dei due brani presenti nel 45 giri e il motivo sarebbe un boogie woogie composto con il maestro Mazzucchelli, che recita:

Ebbro di vita, ho chiesto al sole un po’ di luce sul nostro amor. Ebbro, felice, è il mio destino: un inno al sole voglio cantar.

Che dire, parole significative, adesso tutti fremono perché vogliono ascoltarlo, ma Mirko Dettori ha deciso di metterlo all’asta a 250mila euro, una cifra davvero sbalorditiva, che lui giustifica così:

È chiaro che si tratta di una provocazione: volevo far sapere soprattutto che il disco di Bossi esiste davvero.

Di sicuro Dettori troverà un acquirente per il 45 giri, magari se abbasserà il prezzo dell’offerta, che nonostante la “chicca” risulta essere un po’ troppo alto. Pensate, l’altro brano si chiama “Sconforto” e a noi sembra un titolo abbastanza eloquente per indicare il nostro attuale stato d’animo.

Rispondi