Michael Jackson: tassa sui fan che vanno al cimitero

5
989
Katherine Jackson

Non c’è proprio pace per Michael Jackson, ancora a più di un anno dalla sua morte non si smette di parlare di lui e soprattutto di questioni legali che lo riguardano, insieme alla sua famiglia.

Katherine Jackson
Come se i Jackson non avessero già abbastanza soldi, cercano nuovi pretesti per lucrare sulla morte di Michael. L’ultima novità parte dalla mamma del Re del Pop, Katherine Jackson, che ha denunciato l’AEG, società promotrice dei famosi concerti di Londra che non ci sono mai stati, per non aver considerato adeguatamente le condizioni di salute del figlio. La donna ha sporto denuncia a nome dei tre figli di Michael Jackson, chiede risarcimenti con tanto di interessi, anche se ancora non c’è una cifra ufficiale. In più per tutti i fan in adorazione che volessero andare a trovare Michael Jackson al cimitero arrivano nuove regole, si cambia regime. Considerata l’affluenza di persone al cimitero Forest Lawn a Glendale, in California, i dirigenti hanno deciso di imporre una tassa ai fan che vogliono andare a fare visita al loro idolo. Niente peluche, foto o oggetti di vario genere, solo fiori e tre dollari a fiore e nemmeno la possibilità, per i fan, di fare visita alla tomba. Insomma, la vicenda sta iniziando a prendere una piega piuttosto squallida, non c’è più rispetto nemmeno per i morti. La cosa più inquietante, però, è che i primi a non rispettare Michael Jackson sono i membri della sua famiglia. Riuscirà ad averla vinta la signora Katherine?

5 COMMENTI

  1. Ma di cosa si parla in questo articolo? averla vinta? pretesti per lucrare? perche c’è ancora qualcuno che nn ha capito che la morte di Michael è stata decisa a tavolino da persone senza scrupoli che avevano visto a ragione i grandi incassi derivanti dalla sua morte!!!!! A&G, sony, John Branca, John Mcclain e frank Di Leo, questi, solo per elencare quelli che stanno guadagnando cifre astronomiche, e mi sembrava davvero assurdo che la famiglia ancora nn si muovesse. E’ già tristissimo tutto quello che hanno fatto a Michael e ai suoi figli, ancor più triste è che forse questa gente malvagia nn pagherà mai per i reati commessi, ma leggere questi articoli….è davvero deprimente…ma la professionalità dov’è finita? chiunque può scrivere qualsiasi cosa? vergogna!!!

  2. I’m speechless, sono senza parole. Si, sono convinta anche io del complotto a danno di Michael da tutti quelli citati da Monica, in primis A&G e Sony (Sony sucks!)
    E’ tristissimo e deprimente…ma io credo nella cosidetta nemesi laddove temo non arriverà la giustizia americana…(vedi il caso Marilyn ancora irrisolto). La nemesi o giustizia divina ha già mietuto due vittime: David Chandler e Martin Bashir, manca ancora all’appello Susan Arvizo.
    E poi sarà il turno anche di Phillips della A&G, Tony Mottola e tutti gli altri gia citati…Justice for Michael will come, I hope sooner than ever!

  3. io sono una fans di michael e se tutti avete seguito bene la sua era una morte gia scritta ,ma da lui, perche era stufo di tutta la stampa, le accuse,le calunnie,che doveva ascoltare ogni giorno.
    cari amici vorrei che voi guardaste molto bene l’ intervista con martin bashir,dove michael fa spese, e compra gli stessi oggetti per un’altra casa,e poi secondo me this is it non erano le prove per un concerto ma era solo un film e poi avete visto dave dave beh vi sembrero matta ma per me michael is alive ditemi la vostra opinione.

  4. x tutti i fens di michael abbiate fede tutti in un giorno cualunque avranno la l”oro fetta di torta al cioccolato!!! è vedrete che in quel giorno tutti piangeranno ma voi fens le vostre lacrime saranno di gioia credeteci credetemi! ciao

Rispondi